Data Spaces: una nuova frontiera nel Fintech

I Data Spaces permettono un’integrazione e fruizione dei dati che rendono possibile la convergenza tra Composable Banking ed Embedded Finance.

Verso una maggiore integrazione nel mondo Fintech

Il settore dei servizi finanziari è in continua evoluzione, i modelli bancari tradizionali vengono ridefiniti dall’imperativo della flessibilità e della personalizzazione. Il composable banking si configura come un’ottima risposta all’urgente necessità degli istituti finanziari di integrare rapidamente i servizi non proprietari, allineando le proprie offerte in modo dinamico con le esigenze in evoluzione dei clienti. Allo stesso tempo, il concetto di Embedded Finance, letteralmente “finanza integrata”, riconosce la necessità di incorporare i servizi finanziari in settori non tradizionalmente associati alla finanza, segnalando un cambiamento di paradigma nell’approccio del settore alla centralità del cliente.

La convergenza tra composable banking ed embedded finance rende necessario un principio di base condiviso: la perfetta integrazione di dati e servizi in diversi domini aziendali. I Data Spaces, rendono possibile questa integrazione, fornendo un ambiente sicuro e regolamentato per lo scambio di dati e servizi, garantendo così il successo dell’implementazione di servizi bancari e finanziari componibili e integrati, in diversi settori, tra cui quello finanziario. I Data Spaces sono stati così definiti nell’arco dell’attuale strategia dell’UE, nell’ambito di diverse iniziative legislative (Data Act, Digital markets Act, Digital Services Act, Data Governace Act, AI Act).

I Data Spaces come abilitatori di una finanza integrata e flessibile

I Data Spaces sono ecosistemi giuridici e tecnico-organizzativi che offrono uno spazio virtuale in cui le informazioni possono fluire ed essere condivise in modo efficiente e sicuro. Al loro interno i partecipanti sono identificati con certezza, la sovranità dei dati è garantita e gli scambi possono essere tracciati e correttamente remunerati. Elemento essenziale è lo sviluppo di un vocabolario settoriale all’interno dei singoli Data Spaces, garantendo che lo scambio di dati avvenga senza ambiguità e senza la necessità di onerose attività di rimappatura dei termini. Ciò si ottiene attraverso una definizione semantica condivisa e una sintassi dei dati accettata da tutti i partecipanti.

Inoltre, i Data Spaces enfatizzano l’interoperabilità, consentendo l’inclusione di dati e servizi appartenenti ad altre aziende del mondo finanziario e non, contribuendo alla nascita di un ecosistema più interconnesso e versatile. Queste caratteristiche permettono ai Data Spaces di promuovere la collaborazione tra composabile banking ed embedded finance, agevolando le integrazioni tecniche, promuovendo la flessibilità e garantendo la competitività.

L’Unione Europea ha compiuto passi sostanziali verso la realizzazione del potenziale dei Data Spaces, in particolare nel settore dei servizi finanziari. La “proposta legislativa relativa a un quadro per l’accesso ai dati finanziari” (FIDA), completata il 01/11/2023, mira a disciplinare lo scambio di dati finanziari all’interno del Data Space.

Il Progetto FAME: convergenza di Embedded Finance e Data Spaces

GFT Italia coordina da un anno il consorzio europeo FAME (Federated Decentralized Trusted Data Marketplace for Embedded Finance), che mira a implementare un mercato decentralizzato di dati e servizi (Asset) per l’Embedded Finance, per sostenere la spinta della Commissione Europea verso un mercato digitale unico.

Il progetto FAME si pone come obiettivo quello di implementare Data Spaces per le organizzazioni aziendali, per sfruttare appieno il potenziale di alcuni Asset, tra i quali modelli di Machine Learning / AI e analytics, da implementare nel sistema bancario e finanziario più in generale. FAME racchiude al suo interno gli utenti finali e le organizzazioni che erogano i servizi e i dati di cui hanno bisogno, con l’obiettivo di fornire loro tecnologie per la costituzione di marketplace digitali affidabili, interoperabili e decentralizzati. Inoltre, il progetto ha introdotto una componente innovativa per la commercializzazione degli Asset basata su Blockchain per utilizzi industriali e personali.

La convergenza di Composable Banking, Embedded Finance e Data Spaces rappresenta un approccio unificato all’innovazione finanziaria. Come esemplificato dal progetto FAME, questa integrazione non solo migliora gli aspetti tecnici dello scambio di dati, ma si allinea anche con il più ampio panorama normativo, garantendo un ecosistema finanziario armonizzato ed efficace a vantaggio sia delle entità finanziarie che di quelle non finanziarie. FAME riflette l’impegno a rimanere al passo con i progressi tecnologici e i cambiamenti normativi, consolidando ulteriormente il suo ruolo di pietra miliare nel percorso di trasformazione del settore finanziario.

Offerta Insurance

Download